Home Cronaca Cronaca Varese

Uccide moglie e figlia a martellate, poi cerca di darsi fuoco

0
Tragedia ad Osnago: padre uccide la figlia e si suicida
Un sopralluogo dei Carabinieri (immagine di repertorio)

E’ successo a Samarate, nel Varesotto. Ferito un altro figlio

Tragedia in via Torino a Samarate, nel Varesotto dove un uomo di 57 anni ha aggredito a martellate la moglie e i suoi due figli nel sonno, poi ha cercato di darsi fuoco.

Si tratta di Alessandro Maja, 57 anni che avrebbe colpito nel sonno a martellate la moglie, Stefania Pivetta di 56 anni, e la figlia Giulia, 16 anni, uccidendole. Il figlio Nicolò di 23 anni, è rimasto ferito alla testa ed è stato trasportato presso l’ospedale di Varese in gravi condizioni.

I due giovani sono stati aggrediti nel letto della loro camera, la madre sul divano.

Il 57enne avrebbe cercato poi di uccidersi dandosi fuoco.

Attualmente si trova ricoverato e piantonato all’ospedale di Busto Arsizio.

A dare l’allarme i vicini. I carabinieri stanno indagando per ricostruire nei dettagli l’accaduto.

Articolo precedenteMigliore torrefazione di caffè a Milano: come scegliere a chi affidarsi
Articolo successivoCome trovare una ditta di disinfestazioni a Milano?