Home Cronaca Cronaca Monza Brianza

Rissa Bar Doll’s, emessi 5 DACUr dal Questore

0
'Ndrangheta, 49 misure in corso di esecuzione della polizia di Milano
Un intervento della polizia (immagine di repertorio)

Si tratta di provvedimenti di divieto di accesso alle aree urbane emessi dalla Questura Monza e Brianza

Il Questore della Provincia di Monza e della Brianza, Marco Odorisio, ha disposto l’emissione nei confronti di 5 ragazzi, altrettanti DACUr, provvedimenti finalizzati a garantire la sicurezza urbana e a prevenire e contrastare l’insorgere di fenomeni criminosi.

Il tutto in seguito all’istruttoria condotta dalla Divisione Anticrimine e dai Carabinieri del N.O.R. di Monza, per i fatti violenti compiuti presso il Bar Doll’s nel gennaio 2022,

Le misure di allontanamento, finalizzate a potenziare gli interventi nella lotta al degrado urbano, sono state applicate nei confronti dei cinque ragazzi, tutti nati a Monza tra la fine degli anni 90 ed inizio 2000 e residenti tra Monza e la provincia.

I predetti poco più che ventenni, con precedenti penali e di polizia per reati contro il patrimonio e contro la persona nel gennaio 2022 si erano resi protagonisti di un violento pestaggio ai danni di un gruppo di coetanei, avventori del Doll’s Cafè di via Valosa di Sopra, a San Fruttuoso.

A seguito dei fatti il Questore dispose nell’immediato la chiusura del locale ai sensi dell’art.100 TULPS.

L’adozione di tale provvedimento è la conseguenza del verificarsi di fatti piuttosto gravi.

Nel gennaio 2022, poco prima delle ore 5.00, giungevano numerose chiamate e segnalazioni al 112 NUE da parte di cittadini allarmati, svegliati da grida, urla e sgommate di auto, riferendo di una violenta rissa al Bar Doll’s Cafe’ da parte di due gruppi che si stavano affrontando armati di coltelli e spranghe, e tentativi di investimento con le auto.

Sul posto convergevano numerosi equipaggi delle Forze dell’Ordine, accertando la presenza di un nutrito numero di ragazzi, alcuni dei quali con vistose ferite sul corpo, tanto da essere necessario l’intervento di due autolettighe per assicurare il trasporto di sei feriti presso i nosocomi di Monza e Cinisello Balsamo.

Qui i sanitari riscontravano gravi lesioni, quali trauma cranico non commotivo, frattura del dito di una mano, lesione di un tendine, frattura del setto nasale, ferite lacero contuse, con prognosi di 35 giorni per 2 delle vittime, nonché di 20, 10, 7 e 5 giorni per le restanti, con ospedalizzazione di una persona che veniva trattenuta e ricoverata presso l’ospedale di Cinisello Balsamo.

E ancora veniva riscontrato come durante la violenta rissa, alcune autovetture di persone residenti nelle vicinanze del bar avevano subito il danneggiamento causato dai colpi dati con le spranghe.

Quanto accaduto aveva così fatto emergere un quadro complessivo preoccupante, derivante dalla particolare ed allarmante turbativa arrecata all’ordine e alla sicurezza pubblica, oggettivata dal numero delle persone coinvolte nella rissa, dalle gravità delle conseguenze ed in particolare delle lesioni riportate dai feriti, dalle brutali modalità esecutive dell’aggressione che hanno assunto i connotati di una spedizione punitiva, posta in essere dopo aver reperito pericolosi strumenti atti ad offendere, spranghe metalliche e coltelli, che potevano determinare ulteriori e ancor più gravi conseguenze.

All’epoca dei fatti, il Questore di Monza e della Brianza sussistendo i presupposti normativi previsti dall’art. 100 T.U.L.P.S il Questore della Provincia di Monza e della Brianza aveva emesso il provvedimento di sospensione per gg. 30 dell’attività del bar Doll’s Cafè.

Oggi a conclusione dell’attività d’indagine e dell’adozione delle misure cautelari nei confronti di coloro che sono risultati essere i responsabili dei fatti descritti, il Questore di Monza e della Brianza ha disposta anche l’adozione della misura di prevenzione nei confronti dei 5 ragazzi, tutti già destinatari di misura cautelare disposta dall’Autorità Giudiziaria, a seguito dell’attività investigativa svolta dai Carabinieri della Radiomobile di Monza, intervenuti nella circostanza.

La misura adottata dal Questore comporterà il divieto, per uno o due anni, di accedere e di stazionare nelle immediate vicinanze dell’esercizio pubblico interessato dalla vicenda nonché nei locali pubblici e di pubblico esercizio circoscritti nel quartiere di San Fruttuoso.

Articolo precedenteL’evoluzione dei motel: 3 motivi per cui sceglierli
Articolo successivoLombardia, vince il centrodestra. FdI primo, il ritorno di Berlusconi