Home Cronaca Cronaca Milano

Marco Carta è stato assolto dall’accusa di furto

0
CONDIVIDI
Tribunale Milano. Marco Carta è stato assolto dall’accusa di furto

Il cantante Marco Carta è stato assolto dal giudice di Milano della sesta sezione penale Stefano Caramellino per il furto di sei magliette del valore di 1.200 euro avvenuto lo scorso 31 maggio alla Rinascente di Milano. 

Il pm Nicola Rossato aveva chiesto per Carta otto mesi di carcere e 400 euro di multa.

Proprio il pm, secondo fonti giudiziarie, impugnerà la sentenza di assoluzione “per non avere commesso il fatto”.

L’ex vincitore di Amici e di Sanremo non era presente in aula davanti al giudice quando, ieri mattina, sono stati proiettati i video delle telecamere di sorveglianza del grande magazzino. 

“Oddio! Grazie!” Sarebbero state le prime parole di Marco Carta, al telefono con il suo difensore Ciro Simone Giordano, dopo l’assoluzione.

Nell’udienza precedente era stato stralciato il procedimento a carico di Fabiana Muscas, l’infermiera 53enne che quella sera fu arrestata insieme a Carta con l’arresto che venne convalidato per la donna, ma non per il cantante.

La donna, ha chiesto di essere ammessa all’istituto della messa alla prova, ovvero di potere svolgere lavori di pubblica utilità in un’associazione che si occupa di donne vittime della tratta della prostituzione a Cagliari e il giudice deciderà se accogliere la richiesta nell’udienza del 17 dicembre. 

Marco Carta arrestato per furto aggravato alla Rinascente di Milano

Marco Carta a processo il 20 settembre chiederà il rito abbreviato