Home Cultura

La Fondazione Tim finanzia la musica classica italiana

0
CONDIVIDI
Le fondazioni desiderano diffondere la musica classica in questo momento critico per l'Italia


La fondazione Tim finanzia la cultura della musica classica in Italia. L’istituzione offre 400 mila euro a favore dell’Associazione Ente Festival Pianistico internazionale di Brescia e Bergamo, della Fondazione Teatro Donizetti e dell’Associazione Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili. Con questo finanziamento la fondazione vuole contribuire alla diffusione della musica in un momento critico come quello attuale.

L’Associazione Ente Festival Pianistico Internazionale di Brescia e Bergamo ha ideato un palinsesto post-Covid per restituire alla collettività la grande musica con uno spettacolo dal vivo. “Vite parallele” è il titolo del Festival che si tiene nelle due città dal 24 settembre al 12 ottobre: un approccio musicale che spazia da Ludwig van Beethoven a Franz Schubert e che rappresenta la base di un progetto audiovisivo di divulgazione a firma del musicologo Piero Rattalino.

La Fondazione Teatro Donizetti, che ha sede a Bergamo, una delle città simbolo dell’emergenza sanitaria, con questa iniziativa vuole diventare anche un simbolo di ripartenza dell’Italia attraverso la cultura musicale. Il Teatro aspira a dar vita ad una WebTV che permetterà al pubblico nazionale e internazionale di seguire in streaming i titoli in cartellone; sarà inoltre creata una programmazione di contenuti speciali di taglio divulgativo/educativo pensato anche per il pubblico più giovane, a cura del direttore artistico del festival Donizetti Opera, Francesco Micheli.

L’Associazione Sistema delle Orchestre e dei Cori Giovanili e Infantili in Italia ha pianificato per i prossimi mesi una serie articolata di attività locali e nazionali, al fine di promuovere l’educazione musicale per la lotta al disagio infantile e giovanile, nonché per affermare la forza di cambiamento che la musica porta nella vita di molti bambini e ragazzi cresciuti in ambienti svantaggiati socialmente o culturalmente. ABov