Home Consumatori Consumatori Milano

IrenGo partner del FestivalFuturo di Altroconsumo

0
CONDIVIDI
IrenGo partner del FestivalFuturo di Altroconsumo

Torna FestivalFuturo, l’appuntamento di Altroconsumo dedicato ai consumatori

E’ stata un’ottava edizione diversa dal solito quella del FestivalFuturo di Altroconsumo. Le due giornate di kermesse fisica sono state sostituite da sei appuntamenti online, ma l’obiettivo è sempre lo stesso: dare ai consumatori una chiave di lettura sui cambiamenti del mondo.

FestivalFuturo 2020: ampio spazio alle reazioni dei consumatori agli avvenimenti di oggi

Nonostante la formula inedita di quest’anno, Altroconsumo con questo evento vuole continuare a sostenere i consumatori accompagnandoli nelle scelte quotidiane, tutelandoli, producendo e condividendo informazioni che possano aiutarli a prendere decisioni consapevoli.

Così al FestivalFuturo 2020 il focus sono le scelte di consumo, i cambiamenti derivati dalla diffusione del Covid-19 e del loro impatto sulle vita di tutti i giorni, soprattutto in un’ottica di sostenibilità ambientale. Centrali anche temi di attualità come la transizione energetica, la rivoluzione del settore mobilità, le fake news, l’educazione finanziaria e digitale, l’economia circolare e le nuove abitudini di spesa e acquisti degli italiani.

IrenGo tra i partner che sostengono il FestivalFuturo 2020

La linea di business del Gruppo Iren dedicata all’e-mobility, IrenGo, è tra i partner del Festival e ha partecipato attivamente agli eventi online in calendario.

Mario Nicotera, responsabile servizi IrenGo, è intervenuto durante il panel del 18 Novembre ‘(Con)vivere con una nuova idea di mobilità’, focalizzando l’attenzione sulla complessità della mobilità urbana. “Io credo che la mobilità debba essere considerata un sistema complesso, che richiede diverse soluzioni che vanno a integrarsi fra di loro. -Ha dichiarato Nicotera – Questo succede a maggior ragione nelle città, organismi molto articolati dove non si può individuare una soluzione univoca per la mobilità del cittadino”.