Home Cronaca Cronaca Milano

Inferno di cristallo a Milano, ancora in azione i VVF | Video e Foto

0
CONDIVIDI

Si tratta di un grattacielo abitato di 20 piani con una settantina di famiglie

Inferno di cristallo a Milano. E’ ancora in corso l’intervento dei Vigili del fuoco per l’incendio che ha avvolto da ieri pomeriggio, intorno alle 17.15, un grattacielo di 20 piani al numero 32 e il numero 34 di via Giacomo Antonini nella periferia sud di Milano nel quale abitano una settantina di famiglie.

Le fiamme, partite dai piani alti, si sono propagate a quelli inferiori e hanno fatto crollare le vetrate generando una colonna di fumo visibile anche a chilometri di distanza.

Inferno di cristallo a Milano, ancora in azione i VVF
Inferno di cristallo a Milano, ancora in azione i VVF

Sul posto sono intervenute numerose squadre dei Vigili del fuoco provenienti anche dalla provincia e molte ambulanze.

I pompieri hanno attaccato le fiamme con tutti i mezzi che avevano disposizione mitigandole fino ad estinguerle.

Le fiamme si sono anche estese ad una ventina di autovetture parcheggiate nell’area sottostante.

Poi intorno alle 21 sono iniziate le complesse verifiche delle eventuali problematiche, anche strutturali, all’interno del grattacielo Torre dei Moro e successivamente sono stati raggiunti telefonicamente tutti i residenti nell’edificio: non sono segnalati dispersi.

I vigili del fuoco stanno procedendo anche con l’uso di termocamere ad individuare possibili focolai ancora attivi.

Il sindaco di Milano Giuseppe Sala

Il sindaco del capoluogo lombardo, Giuseppe Sala, ha escluso vittime mentre sarà compito ora della magistratura stabilire le cause delle fiamme che sembra siano partite dalla facciata, composta, secondo i residenti, da materiale ignifugo.

Per questo è stata attivata la squadra giudiziaria dei Vigili del fuoco per scoprirne le cause.

Il comandante dei Vigili del fuoco Giuliano Santagata ha detto di non aver mai visto “a Milano una cosa così. È probabile che la facciata fosse fatta di materiale molto combustile”.

Poi ha aggiunto: “La magistratura è già al lavoro per chiarire la dinamica dell’accaduto.”

La galleria fotografica da scorrere (fonte Vigili del fuoco)