Home Economia Economia Milano

Il premier Conte inaugura il Salone del Mobile 2019 | Diretta

0
CONDIVIDI
Il taglio del nastro al Salone del Mobile.Milano

Al taglio del nastro anche il ministro Salvini

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha ufficialmente inaugurato la 58^ edizione del Salone del Mobile di Milano

Al taglio del nastro presso Fiera Milano, Rho / Porta Sud, era presente anche il ministro dell’Interno e vicepremier, Matteo Salvini, l’Ad di Fiera Milano Fabrizio Curci, Emanuele Orsini, Presidente Federlegno Arredo; Vincenzo Boccia, Presidente Confindustria; Attilio Fontana, Presidente della Regione Lombardia; Giuseppe Sala, Sindaco di Milano; Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile; Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio dei Ministri ed Antonio Tajani, Presidente del Parlamento Europeo.

Diverse le autorità militari e civili presenti nell’auditorio dove si è svolta l’inaugurazione.

“Milano – ha detto il premier Giuseppe Conte diventa – la capitale mondiale del design”. Poi ha aggiunto: “Milano è una città che inorgoglisce perché con fiducia e consapevolezza nelle potenzialità che il tessuto produttivo sa esprimere è una città che opera con successo anche nei mercati internazionali”.

Questa edizione del Salone del Mobile si apre sotto il segno dell’ingegno di Leonardo. Il Manifesto, infatti, si arricchisce di questo nuovo termine e inedite scenografie espositive raccontano forme, materiali e filosofie dell’arredo di oggi e di domani. 

Ingegno, visione, innovazione, eccellenza sostenibile ed emozione saranno le parole chiavi del Salone del Mobile.Milano che, al nuovo via, si conferma sempre più globale, inclusivo e in dialogo con la città, le istituzioni e il sistema creativo e produttivo dell’arredo. 

La 58^ edizione della Manifestazione dà forma alla sua vocazione di laboratorio di sperimentazione e contaminazione, luogo di incontro e di nuove opportunità per riflettere sul mondo del design e del progetto.

“Giunto alla sua 58^ edizione, il Salone del Mobile si conferma un evento globale, perno di un sistema virtuoso che ha radici a Milano ma si proietta in tutto il mondo, generando relazioni, opportunità di business e percorsi creativi che si riflettono positivamente sulla vita della nostra città e su tutto il sistema del design. Per questa ragione continuiamo ad investire sull’idea di un lavoro di squadra, in cui tutti gli attori si sentano coinvolti in nome di un progetto comune che fa bene alle imprese, fa bene a Milano e fa bene al Paese”, ha spiegato Claudio Luti, Presidente del Salone del Mobile.

Quest’edizione si presenta con più di 2.400 espositori provenienti da 43 Paesi e 550 designer al SaloneSatellite

Il Salone Internazionale del Mobile e il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo offrono numerosi e variegati percorsi estetici, dove il protagonista è un prodotto sempre più innovativo capace di rispondere adeguatamente alle trasformazioni della struttura sociale contemporanea, al conseguente rapido cambiamento del mercato dell’arredo e alle singole esigenze di ogni cliente. Proprio in risposta alle nuove evoluzioni del settore e al recente interesse per un lusso senza tempo, riletto in chiave contemporanea, si amplia l’area dedicata a xLux.

Altra novità del 2019, è la presenza diffusa e trasversale di Workplace3.0 all’interno dei padiglioni del Salone Internazionale del Mobile così come avviene, già da anni, per il Salone Internazionale del Complemento d’Arredo.

Debutto anche S.Project, un percorso espositivo trasversale che diventa lente d’ingrandimento per decifrare e riflettere sulle nuove strategie del prodotto e del design d’interni: uno spazio poliedrico le cui chiavi di lettura saranno multisettorialità, sinergia e qualità.

Euroluce, al suo 30° appuntamento con un’edizione record, porta in scena un’illuminazione integrata e intelligente, sempre più al servizio del progetto. Per illuminare, ma anche per “sentire” e “vivere” lo spazio. Lo sviluppo tecnologico, l’evoluzione dei sistemi di controllo e la miniaturizzazione delle sorgenti hanno aperto nuove possibilità. In questa edizione, le parole chiave sono sperimentazione e innovazione tecnologica, sostenibilità e ricerca estetica.

In Fiera, nell’anno delle celebrazioni vinciane, il Salone del Mobile celebra il legame imprescindibile con Milano e il “suo figlio prediletto”, Leonardo, con un’installazione di grande qualità e potere evocativo. Presso il padiglione 24, DE-SIGNO. La cultura del design italiano prima e dopo Leonardo narra, anche attraverso la voce di Diego Abatantuono, il genio rinascimentale e il suo rapporto con il design italiano contemporaneo.

La manifestazione si svolge presso il quartiere Fiera Milano a Rho, da martedì 9 a domenica 14 aprile con apertura agli operatori tutti i giorni dalle 9.30 alle 18.30, e nelle giornate di sabato e domenica anche al pubblico.