Home Consumatori Consumatori Monza Brianza

Il Made in Italy che non conosce crisi: le onoranze funebri a Monza e in Italia

0
CONDIVIDI
Il Made in Italy che non conosce crisi: le onoranze funebri a Monza e in Italia

Quello del settore funerario è un ambito del Made In Italy che certamente non conosce crisi. L’industria funeraria, infatti, dà lavoro ad almeno trentamila persone senza contare gli indiretti che lavorano a fianco del settore delle onoranze funebri di Monza e del resto del Paese. Oggi vogliamo analizzare l’incidenza e l’importanza di questo mercato per il patrimonio economico nazionale valutando l’andamento e le condizioni sociali che ne permettono la permanenza duratura e sicura. La prima cosa che tutti sappiamo riguarda l’importanza locale che i servizi funerari rivestono. Quindi quando una persona ha bisogno di onoranze funebri vicino Monza saprà certamente ti poter contare su servizi di zona e solo raramente va a cercare aziende che operano in altre aree geografiche. L’importanza della radicalizzazione di queste aziende nel contesto locale è uno dei maggiori punti di forza che rendono il nostro mercato sempre interessante, anche all’estero.

L’arte funeraria italiana nel mondo

Proprio rispetto all’estero siamo certi di poter vantare uno dei settori più richiesto e apprezzato al mondo. A testimonianza di questa affermazione c’è sicuramente la fiera internazionale dell’arte funeraria che si è svolta a Bologna, Tanexpo. Qui hanno partecipato quasi trecento espositori che hanno accolto un pubblico di ventimila professionisti provenienti da cinquantacinque Paesi in tutto il mondo. Non è un caso se le bare della manifattura nostrana siano apprezzate e richieste con particolare interesse anche all’estero.

L’ingresso dei concorrenti low-cost

Questo scenario, tuttavia, è stato interessato da cambiamenti che hanno fatto vacillare il mercato. Si tratta dell’ingresso sul mercato dei concorrenti esteri low cost, che propongono servizi economici proprio per rispondere alla minor liquidità delle famiglie. Il funerale è un costo importante e le persone hanno iniziato a ricercare soluzioni per spendere meno. Non a caso il costo medio di un funerale è sceso di più di duecento euro nel corso degli ultimi tre anni. Questi concorrenti offrono soluzioni economiche e di facile accesso, rispondendo alla necessità di risparmiare denaro e concedersi comunque un buon funerale.

Le richieste di cremazione

A questo quadro si aggiunge una novità per il contesto delle onoranze funebri a Monza e in tutto il Nord Italia che riguarda la cremazione. Alcune aziende più “forti” hanno offerto questa opzione per gli animali domestici, ampliando l’offerta di servizi funerari in risposta ai cambiamenti sociali. La cremazione dei defunti, tuttavia, ricopre un ruolo importante ma ancora marginale dal punto di vista dei numeri. La sua crescita, pari a dieci punti percentuali annui, determina un cambiamento di tendenze che si manifesta soprattutto al nord dove Milano è la città con più richieste e Palermo quella in cui, invece, è più ricercata la tradizionale sepoltura. Questo dato è interessante anche per spiegare il costo in discesa dei funerali, dato che risulta essere un’opzione più economica.

Conclusioni

È difficile tirare le somme mentre siamo ancora immersi in questo grande cambiamento economico portato dalla pandemia. Tuttavia gli esperti sembrano essere certi che i servizi funerari avranno sempre un’andatura positiva per via dei dati demografici del nostro Paese, in costante invecchiamento. Questo determinerà almeno per i prossimi anni una domanda costante e, quindi, una sicurezza blindata per chi opera in questo settore.