Home Sport Sport Milano

GP Monza di Formula 1, BMW Milano ospita la Brabham di Piquet

0
GP Monza di Formula 1, House of BMW di Milano ospita la Brabham BMW BT52 a 40 di Piquet
La Brabham BMW BT52 a 40 di Piquet

In occasione del Gran Premio di Formula 1 di Monza di questo fine settimana e dei 40 anni dalla vittoria nel mondiale di Formula 1 del 1983, la House of BMW di via Monte Napoleone 12 ospita la Brabham BMW BT52 a 40 anni dalla vittoria nei Mondiali di Formula Uno con Nelson Piquet.

La vettura resterà in esposizione fino al prossimo 15 settembre 

Concepita come luogo di incontro, di relazione e di dialogo con gli amici del brand, i clienti e tutti gli stakeholder, la House of BMW di via Monte Napoleone 12 ha ospitato a partire da aprile di quest’anno numerose iniziative legate al mondo della creatività, dello sport, della cultura, del lifestyle e dell’innovazione di prodotto all’insegna della mobilità sostenibile e del dinamismo con nuovi modelli come la BMW i5 e la BMW XM. Ecco perché rappresenta il luogo ideale anche per accogliere una vettura come la Brabham BMW BT52 che simboleggia l’incontro tra la tradizione e l’innovazione, tra passato e futuro del brand.

“In concomitanza con la 94esima edizione del Gran Premio di F1 di Monza – ha dichiarato Massimiliano Di Silvestre, Presidente e Amministratore Delegato di BMW Italia – ci è sembrato bello festeggiare l’evento, ricordando il quarantesimo anniversario della vittoria mondiale con Nelson Piquet di una vettura di Formula 1 spinta da un motore turbo BMW. La nostra House of BMW di via Monte Napoleone 12 offrirà l’opportunità di ammirare una vettura iconica della nostra storia in un luogo simbolo del lifestyle mondiale come il Quadrilatero della moda di Milano”.

La Brabham BMW BT52 a 40 di Piquet

“Ma l’impegno nel Motorsport – ha poi proseguito Di Silvestre – non appartiene soltanto al passato, ma resta centrale nella nostra strategia perché il dinamismo e il mondo delle competizioni sono nel DNA della marca come testimoniano tutte le attività che abbiamo in essere. Penso, ad esempio, al nostro team BMW Italia Ceccato Racing Team che compete da protagonista nel Campionato Italiano Turismo, piuttosto che alla presenza nel GT World Challenge Europe con Valentino Rossi che a luglio ha vinto a Misano, fino al ritorno alla 24 Ore di Le Mans nella categoria Hypercars previsto per il 2024”.

Dalla vittoria del 1983 in Formula 1 alla 24 Ore di Le Mans nel 2024

Nel mondiale disputatosi nel 1983, Piquet si affermò come il primo pilota a diventare Campione del Mondo F1 su una vettura alimentata da un motore turbo, imponendosi al volante della Brabham BMW BT52. Era il 1983 e la gara di Monza, in cui Piquet vinse, rappresentò un passo decisivo nella vittoria mondiale di quella stagione. Un anniversario importante che testimonia le profonde origini dell’impegno di BMW nel settore Motorsport e i suoi numerosi successi.

Nel 2024 anche la 24 Ore di Le Mans

L’impegno della marca continua oggi nelle gare turismo e si proietta al 2024 con il ritorno a Le Mans.

Il brand ha le competizioni nel DNA. Dalle origini al Mondiale di Formula 1 del 1983, fino all’attuale impegno nel campionato GT World Challenge Europe con Valentino Rossi e alla partecipazione al Campionato Italiano Turismo con il BMW Italia Ceccato Racing Team con due BMW M4 GT3 e il coinvolgimento dei piloti ufficiali di Monaco, Bruno Spengler e Jens Klingmann.