Home Cronaca Cronaca Milano

Blitz di attivisti a Milano per la liberazione dei Macachi

0
CONDIVIDI
Blitz di attivisti a Milano per la liberazione del Macachi

In azione durante la conferenza stampa nazionale di “Parma capitale della cultura 2020”

Un’azione pacifica e decisa con striscioni e slogan per spiegare che non ci possono essere evoluzione, civiltà e cultura dove ci sono tortura e morte con riferimento ai 6 macachi detenuti negli stabulari dell’Università di Parma per l’esperimento “Lightup – Turning the cortically blind brain to see”.

Attivisti per la liberazione animale del “Coordinamento Macachi Liberi” sono entrati in azione oggi 3 dicembre a Milano in occasione della conferenza stampa nazionale di presentazione del programma previsto per Parma durante l’anno di Capitale italiana della Cultura 2020 a Palazzo Mezzanotte, sede della Borsa italiana. L’evento si è tenuto alla presenza del Ministro per i Beni e le Attività Culturale e per il Turismo Dario Franceschini.

Una nota del Coordinamento chiarisce”La cultura, la bellezza e il sapere sono inconciliabili con i crudeli esperimenti che si praticano nei laboratori dell’Università di Parma dove si trovano 6 macachi sui quali si studia un deficit visivo. I primati sono già privati di ogni libertà ed in fase di addestramento per essere sottoposti ad un intervento alla corteccia cerebrale che limiterà al minimo la loro vista e dopo 5 anni di sperimentazione verranno uccisi. Oggi chiediamo anche a Federico Pizzarotti, Sindaco di Parma, e a Michele Guerra, Assessore Cultura del Comune di Parma, di prendere una posizione su questo progetto che è diventato oramai un caso nazionale e internazionale costato due milioni di euro di finanziamenti europei quando ci sono volontari umani affetti da questa cecità corticale disposti a collaborare alla sperimentazione. La nostra battaglia per i macachi di Parma fa parte di una più ampia richiesta di abolizione della vivisezione a favore di una ricerca etica e avanzata”.