Home Cronaca Cronaca Como

Asso, Brigadiere spara a comandante: stazione circondata

0
Asso, Brigadiere spara a comandante, stazione circondata da corpi speciali
La stazione dei carabinieri di Asso

Ad Asso, nel Comasco, in una stazione dei carabinieri un brigadiere 50enne in servizio, Antonio Milia, ha esploso dei colpi di pistola al comandante della caserma, il luogotenente Doriano Furceri.

L’uomo si è, poi, asserragliato nella stazione che è stata circondata dai militari e anche dei corpi speciali.

In caserma hanno sentito un colpo di pistola, poi un lamento ed ancora altri due colpi. Infine il grido: “L’ho ammazzato!”

Il brigadiere si è asserragliato all’interno dell’edificio e non è stato possibile sincerarsi delle condizioni del luogotenente. Intorno alla caserma di Asso sono quindi arrivati i reparti speciali dell’Arma, pronti a intervenire, con giubbotti antiproiettile.

Il brigadiere, da diversi anni in servizio ad Asso, era stato ricoverato nel reparto di psichiatria dell’Ospedale Sant’Anna di Como. Il 50enne era stato, poi, dimesso e posto in convalescenza per diversi mesi.

Giudicato idoneo al servizio da una Commissione Medico Ospedaliera, sempre secondo quanto si è saputo, era rientrato in servizio da alcuni giorni ed attualmente era in ferie.

Il luogotenente Furceri, invece, era stato trasferito ad Asso nel mese di febbraio, dopo 17 anni trascorsi quale comandante della stazione di Bellano, sul lago di Como, in provincia di Lecco.

Da indiscrezione il trasferimento sarebbe stato disposto dopo che il sottufficiale era stato oggetto di ingiurie e accuse con scritte anonime sui muri del paese per un presunto intrigo amoroso del comandante con più di una donna sposata.

Un’altra scritta denunciava, invece, una situazione lavorativa irregolare in capo alla moglie del comandante.

Le verifiche punteranno a comprendere se questi ultimi tragici fatti possano essere messi in relazione con le accuse che determinarono il trasferimento di Furceri.