Home Cronaca Cronaca Brescia

Agente di Polizia locale si uccide sparandosi con la pistola di ordinanza

0
CONDIVIDI
Agente di Polizia locale si uccide sparandosi con la pistola di ordinanza

Tragedia a Palazzolo sull’Oglio, in provincia di Brescia dove un agente della polizia locale si è tolto la vita sparandosi con la pistola d’ordinanza.

L’agente, 44 anni, si è sparato nei pressi della sede della Polizia locale dove lavorava. 

A scoprire il cadavere sarebbero stati i suoi colleghi intervenuti intorno alle 5.40 insieme con i carabinieri, allertati dalla convivente che aveva segnalato come l’uomo non fosse tornato a casa dopo aver fatto il turno serale.

Sulla vicenda vige il massimo riserbo anche se dalle indiscrezioni che trapelano sembra che, qualche giorno fa, il 44enne fosse finito tra le polemiche per aver parcheggiato l’auto della polizia in un posto riservato ai disabili, a Bergamo, vicino ad una sede universitaria. 

L’agente era stato preso di mira sui social, si era scusato e si era anche automultato consegnando un contributo pari alla multa all’Associazione nazionale mutilati e invalidi civili bergamasca.

Al momento non si sa se l’uomo ha lasciato un biglietto per spiegare i motivi del gesto.