Home Cronaca Cronaca Pavia

Secondigliano regna: donna del boss emulava Imma di Gomorra

0
CONDIVIDI
Donna Imma del sequel Gomorra

La guardia di finanza di Pavia e gli uomini dello Scico stanno compiendo un’operazione finalizzata a smantellare un’associazione a delinquere dedita al traffico internazionale di sostanze stupefacenti e alle rapine attiva in tutta Italia.

Sono in corso di esecuzione 24 ordinanze di custodia cautelare in carcere in Lombardia, Calabria e Puglia.

I reati contestati sono traffico internazionale di sostanze stupefacenti, ricettazione, riciclaggio, detenzione di armi da guerra, tentata rapina, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale.

Sono stati sequestrati beni mobili e immobili per oltre 2 milioni di euro e sono state effettuate oltre 30 le perquisizioni. Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, coordinate dal pm Maurizio Ascione, hanno consentito il sequestro di oltre due tonnellate di stupefacenti.

Secondo le indagini una donna di 24 anni, V. C., indagata nell’inchiesta nel blitz della Gdf di Pavia, “assumendo la figura della donna del capo”, destinatario della misura cautelare, emulava la “figura di donna Imma, la moglie del boss della camorra Pietro Savastano della nota serie tv Gomorra”.