Home Economia Economia Italia

Bit – Borsa del Turismo: salgono settore gastronomico e sanitario

0
CONDIVIDI

Si è aperta ieri a Fieramilanocity la Bit, Borsa Internazionale del Turismo. Ieri, domenica c’era una folla per le grandi occasioni con la manifestazione che è stata aperta al pubblico dal sindaco Sala.

Da oggi la manifestazione resterà aperta, fino a martedì 13 febbraio, ma solo per gli operatori.

Sono oltre 1.300 gli espositori presenti, dei quali 240 internazionali da 72 Paesi con una tendenza del +34% rispetto al 2017.

Sono tornate in forza le Regioni italiane, mentre sono numerosi i convegni e le iniziative collaterali.

Tra le regioni italiane si segnala il rientro di Lazio, Liguria e Umbria, ma sono presenti oltre, naturalmente, alla Lombardia, Abruzzo, Calabria, Campania, Emilia, Friuli, Lazio, Marche, Molise, Sardegna, Sicilia e Veneto.

Interessante una ricerca di Coldiretti, che è stata presentata alla Bit, dalla quale emerge che un terzo della spesa di italiani e stranieri in vacanza in Italia è destinato alla tavola per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per cibo di strada o specialità enogastronomiche.

Ed è il settore dell’alimentare che sembra essere la principale voce delle vacanze che ha superato anche quella dell’alloggio e che viene stimata, tra il consumo di pasti nella ristorazione (14 miliardi) e l’acquisto di prodotti alimentari nei negozi e nei mercati (12 miliardi).

Secondo Coldiretti, italiani e stranieri in vacanza spendono per cibo e bevande  circa 26 miliardi di euro su un totale di 75 miliardi del fatturato turistico complessivo annuale.

Una nuova tendenza potrebbe però arrivare dalla salute.

Proprio in uno dei primi convegni organizzato da Intercare, dal titolo “Turismo Medicale: una risorsa strategica per il sistema turistico e sanitario italiano”, si è parlato come il tema della ‘salute’ potrebbe diventare uno dei motivi per mettere al primo posto l’Italia come destinazione di un viaggio.

Nel mondo ogni anno riguardo il turismo legato alla salute, si muovono fino a 14 milioni di persone di età compresa tra i 45 e i 64 anni.

Dove il 70% lo pratica per fare cure estetiche, riabilitative, per il proprio stato psicofisico, molte volte alle terme.

La Bit rimane aperta fino al 13 febbraio presso Fieramilanocity – MiCo, Milano (Reception Colleoni)

Orari: tutti i giorni da domenica 11 febbraio a martedì 13 febbraio dalle 9.30 alle 18.00.

Il costo del biglietto online è di 5 euro. In manifestazione il costo del biglietto è di 7 euro.

Call Center visitatori: +39 024997.6144 dal lunedì al venerdì (orario 9.00 – 18.00) – e-mail: bit.visitatori@fieramilano.it

Internet: http://bit.fieramilano.it

Bit – Borsa del Turismo: L’inaugurazione con il sindaco Sala

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here